fbpx

Si è tenuta a Roma la Direzione Nazionale

Nel corso della Direzione Nazionale dell’Associazione Democratici e Socialisti (D&S) per il PD, tenutasi mercoledì scorso al Nazzareno alla presenza del Sen. Tommaso Nannicini, è stata ribadita la forte presenza di un’anima socialista che si richiama agli ideali del socialismo italiano.

L’associazione ormai nata da un anno ha sempre più visto crescere adesioni, e punta a dare un proprio contributo al rilancio del PD.

Il Coordinatore Nazionale, Roberto Nativi, ha illustrato i passaggi cruciali compiuti dall’associazione nel suo primo anno di vita: “siamo ormai presenti in tutta Italia e stanno ancora aumentando le richieste di adesione all’associazione e al PD, un segnale importante dopo il 4 Marzo. Adesso è importante fare un passo avanti”, ha sottolineato Nativi aggiungendo che “oggi possiamo finalmente dire che esiste un’area strutturata che si richiama alla storia del socialismo italiano all’interno del PD e che vuole dare respiro alle idee e agli ideali del riformismo socialista italiano”. “Noi ci sentiamo eredi di quella tradizione e non reduci” – ha concluso Nativi.

Il presidente dell’associazione,Prof. Filippo Benelli, ha sottolineato l’urgenza di ripartire da politiche concrete ispirate dai principi tipici del socialismo riformista.

Stefano Mazzetti Vice Coord Nazionale D&S e Responsabile Naz Ambiente del PD ha sottolineato che “in questo paese ha ancora bisogno dei riformisti anzi più di prima per evitare derive populiste e sovraniste tutti quelli che si riconoscono in questi principi si devono mettere insieme per dare un contributo al futuro del Pd per non fare tornare indietro la sinistra e l’ Italia”

“E’ importante che, proprio in una fase delicata come questa, ci sia qualcuno all’interno del PD che abbia voglia di richiamarsi ai valori e alla tradizione del socialismo italiano e democratico, rilanciando lo spirito riformista del PD. Anche per aumentare i mondi con cui dialoga il PD facendo rete e squadra tutti insieme” ha detto il Sen. Tommaso Nannicini, da sempre socialista.

Il responsabile del programma D&S, Luca Cefisi, è intervenuto per ribadire la necessità per le forze riformiste di riappropriarsi di battaglie come quella sul reddito di cittadinanza da declinare però non nella inapplicabile versione proposta dai 5 Stelle, ma secondo i modelli di welfare del socialismo europeo.

Ufficio Stampa

Ufficiostampa@democraticiesocialisti.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *