fbpx

Ricostruzione. Massari, in Umbria è tutto fermo; necessario ripartire dalla viabilità

“Nonostante la Regione Umbria abbia fatto un ottimo lavoro, la ricostruzione post-terremoto, di fatto, è ferma”. Ad affermarlo è Stefano Massari, assessore di Vallo di Nera e responsabile Umbria dei D&S.

“Le problematiche da affrontare sono tante”, sottolinea Massari, “in primis quella della viabilità stradale. Un’opera seria di intervento non può prescindere, infatti, dalla messa a punto di un piano integrato per la viabilità regionale che, nella zona della Valnerina, poggia su un’unica arteria importante, la 209, interessata da molteplici situazioni di pericolo”.

“In realtà nella zona esiste già un reticolo stradale che corre intorno alla valle e che, se opportunamente potenziato, rappresenterebbe un sistema solido per la viabilità. Si tratta di strade di paese che vengono considerate secondarie; per questo la Provincia non si occupa della manutenzione come nel caso della Mucciafora che, se manutenuta e asfaltata, diventerebbe una importante via di mobilità”.

“Potenziare le strade provinciali significa non lasciare la Valnerina isolata: parliamo di una area che basa la propria economia sul turismo e sulla bellezza del territorio. Proprio per questo credo che si debba puntare sulla viabilità secondaria, creando anche una segnaletica che permetta di uscire dalle rotte principali. Così si creano le condizioni per poter scoprire un territorio fatto di tanti piccoli borghi che rappresentano il vero patrimonio dell’Italia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *