fbpx

Emergenza Rifiuti a Roma. Cassonetti pieni e vuoti di idee

Una cosa è certa, come la storia del leone e della gazzella, allo stesso modo, ogni mattina quando ci alziamo cominciamo a produrre rifiuti e smettiamo quando andiamo a dormire.
Nonostante ciò ognuno di noi pensa che i rifiuti scompaiono nel nulla.
Poi, quando le strade si riempiono di rifiuti, ecco che i mezzi d’informazione, la politica e i cittadini si accorgono del tema.
Roma è una città che convive con questo problema da anni, ciò nondimeno la Sindaca Raggi aveva promesso in pompa magna di voler ripulire la città. Intenzione condivisibile, peccato che fra il dire e il fare ci sia di mezzo il mare. Siamo arrivati così al paradosso di un Sindaco 5 stelle che vuole mandare i rifiuti ad un ex collega di partito, il Sindaco di Parma, proprio nell’inceneritore che loro volevano bloccare.
La morale vera della storia è che non esistono soluzioni semplici a problemi complessi e che per gestire i rifiuti ci vuole una strategia integrata.
Esistono già modelli virtuosi, come l’Emilia-Romagna che ha un sistema di smaltimento efficiente, con un sistema di incenerimento e alta differenziata; una legge sulla economia circolare che premia i comuni virtuosi e che, per il futuro, prevede di ridurre gli impianti.
Così come ci vuole un modello di sistema integrato a livello Nazionale che passi dalla Tari alla tariffa puntuale, ossia chi meno inquina meno paga. L’incentivazione alle filiere di riciclo ed una legislazione specifica per la riduzione dei rifiuti.
Ma la vera rivoluzione è culturale, il lavoro più importante va fatto sulle nuove generazioni con l’introduzione dell’educazione ambientale nelle scuole.
Molti passi avanti sono stati fatti nell’ultima legislatura, ma la prossima deve essere quella del salto di qualità, per metter fine alla propaganda degli annunci e dei No a prescindere che negano la realtà. La competenza e il senso di responsabilità sono le chiavi di lettura per risolvere i problemi. Il PD è pronto a giocarsi questa partita, pronto a confrontarsi con tutti ma orgoglioso del proprio lavoro.

Stefano Mazzetti

Vice coordinatore nazionale D&S

Responsabile ambiente PD

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *